exlibris20

just twenty years ago

Categoria

Poesia

Mario Luzi. Il tempo, l’uomo e la fiamma

Già colgono i neri fiori dell’Ade i fiori ghiacciati viscidi di brina le tue mani lente che l’ombra persuade e il silenzio trascina.   Decade sui fiochi prati d’eliso sui prati appannati torpidi di bruma il colchico struggente più che… Continua a leggere →

Musica: l’arte delle Muse

È una delle parole più abusate dei nostri anni. Senti parlare di multimedialità e pensi a una nuova frontiera della comunicazione umana, qualcosa in grado di sconvolgere i tradizionali modi di fruire le opere d’arte. Certo, qualcosa di nuovo la… Continua a leggere →

Gocce di Notte

Gocce di notte. Un viaggio in Haiku (2014-2016), Valentina Mariani, Giovanni Fierro
Illustratore: M. Plateroti, R. Simonetti
Qudulibri 2017
112 p., 10 €

Il breve viaggio

How long I slumber’d ’tis a chance to guess. When sense of life return’d, I started up As if with wings; but the fair trees were gone, The mossy mound and arbour were no more: I look’d around upon the… Continua a leggere →

Deserto: parole & musica

Deserto è il titolo di una raccolta di poesie inedite. Jim Morrison, il leggendario cantante dei Doors, è l’autore di questi splendidi versi che hanno visto la luce soltanto venti anni dopo la sua morte avvenuta nel 1971. Nel breve… Continua a leggere →

Poesia fatta a mano

Manuela Dago, Poesie che non mi stavano da nessuna parte.
Sartoria Utopia
90 p., 20 €

J.L. Borges: poeta argentino

LAS CALLES Las calles de Buenos Aires ya son mi entraña. No las avidas calles, incómodas de turba y de ajetreo, sino las calles desganadas del barrio, casi invisibles de habituales, enternecidas de penumbra y de ocaso y aquellas mas… Continua a leggere →

Dino Campana. Una pericolosa cometa

LA CHIMERA Non so se tra rocce il tuo pallido Viso m’apparve, o sorriso di lontananze ignote Fosti, la china eburnea Fronte fulgente o giovine Suora de la Gioconda: O delle primavere Spente, per i tuoi mitici pallori O regina… Continua a leggere →

Salvatore Di Giacomo. Poeta per vocazione

TUTTO SE SCORDA Tutto, tutto se scorda, tutto o se cagna o more; e na chitarra è ammore, ca nun tene una corda. Ogge si’ tu: dimane, forze, n’ata sarrà: e po’ n’ata, chi sa, si tiempo ce rummane. Uocchie… Continua a leggere →

Wisława Szymborska. Una luce leggera

WIDOKZ ZIARNKIEM PIASKU Zwiemy je ziarnkiem piasku. A ono siebie ani ziarnkiem, ani piasku. Obywa sie bez nazwy ogólnej, szczególnej, przelotnej, trwalej, mylnej czy wlasciwej.   Na nic mu nasze spojrzenie, dotkniecie. Nie czuje sie ujrzane i dotkniete. A to,… Continua a leggere →

Valerio Magrelli. Soltanto il tempo veramente scrive

Essere matita è segreta ambizione. Bruciare sulla carta lentamente e nella carta restare in altra nuova forma suscitato. Diventare così da carne segno, da strumento ossatura esile del pensiero. Ma questa dolce eclissi della materia non sempre è concessa. c’è… Continua a leggere →

Guillaume Apollinaire. Sotto gli archi del ponte Mirabeau

LE PONT MIRABEAU Sous le pont Mirabeau coule la Seine Et nos amours Faut-il qu’il m’en souvienne La joie venait toujours après la peine Vienne la nuit sonne l’heure Les jours s’en vont je demeure Les mains dans les mains… Continua a leggere →

Ana María Rodas. Una poeta de “rompe y rasga”

Lee hasta el amanecer retoza entre la hierba edifica tu tiempo y tu historia /la historia de los hombres es solo sangre y mierda y alcohol y cosas muertas/ Y cuando sientas deseos de poseer a un hombre dejalo que… Continua a leggere →

Giuseppe Ungaretti. L’esperienza della guerra

SONO UNA CREATURA Valloncello di Cima Quattro il 5 Agosto 1916 Come questa pietra del S. Michele così fredda così dura così prosciugata così refrattaria così totalmente disanimata Come questa pietra è il mio pianto che non si vede La morte… Continua a leggere →

© 2017 exlibris20

Up ↑