L’unica volta che mia madre mi ha regalato, a sorpresa, un libro è stata per la festa della Befana. Tanti anni fa.
Quel gesto che per me valeva molto (moltissimo) ha generato dopo anni una tradizione della mia famiglia: il 6 gennaio ai miei bambini la Befana oltre ai dolcetti (e qualche pezzettino di carbone) porta sempre un libro.

Come scelgo i libri?

Vado in libreria

Ho una libreria di fiducia a Torino dedicata ai libri per bambini e ragazzi e si chiama Bufò. La sua fantastica libraia è Marta a cui potete chiedere consiglio: il modo in cui vi racconterà i libri vi farà uscire con un bel sorriso sulle labbra. E poi un’altra cosa bella di questa libreria è che non ci sono solo libri, ma anche giochi, puzzle, idee nuove da proporre ai bambini e ragazzi. Insomma un family store ideale per trovare il regalo giusto.
Un’altra libreria che consiglio da visitare come se fosse un luogo storico (perché lo è) è la Giannino Stoppani a Bologna. È lì che ho imparato ad amare i primi libri per Pietro e ad appassionarmi agli albi per bambini. Ogni volta che vado a Bologna, passo di lì ed esco con un sacchetto.
Se invece vivete al sud ad Avellino e provincia la libreria da visitare è quella di Lia e Consiglia, L’Angolo delle Storie. Consiglia è la libraia che tutti vorremmo incontrare: appassionata, gentile, competente. Lei vi saprà indicare il libro giusto. Intanto qui e qui ci sono i libri che ha consigliato su exlibris20.

Seguo I Biscotti

I Biscotti è un nuovo progetto no profit che ha come obiettivo creare una comunità di giovani lettori internazionali – la lingua non è un limite – che condividono i propri libri preferiti audiorecensendoli. C’è un sito e un canale Telegram a cui iscriversi per essere sempre aggiornati sulle nuove audiorecensioni e prendere spunti per libri da proporre ai propri figli o nipoti o allievi.

Ho un quaderno dei desideri

Ho imparato a segnare su un quaderno tutti i suggerimenti che raccolgo da più fonti come ad esempio dai blog (uno che crea tantissime liste particolari è Scuola in soffitta); oppure dagli amici che raccontano su Facebook i libri che stanno leggendo ai propri figli o anche dalle amiche che consigliano i libri per i miei figli, per esempio devo ancora comprare Taratì Taratera che mi suggerì tempo fa un’amica per la mia Giulia; o anche i siti di alcune case editrici che amo particolarmente (Babalibri o Camelozampa).

I libri che sono piaciuti di più ai miei figli e che vi consiglio

I libri amati ce ne sono tanti, ma qui vi faccio delle piccole liste divise per età.

Da quando interagiscono ai 3 anni: sono libri che i bambini possono toccare, oppure che devono essere letti come se fossero oggetti da animare in modo da farli interagire.
Un libro di Hervé Tullet
Che sorpresa Spotty di Eric Hill
Il libro criceto di Silvia Borando

Dai 4 ai 6 anni (fino a quando non sanno ancora leggere da soli): questi sono i libri che le maestre e noi genitori abbiamo letto tante tantissime volte, divertendoci sempre molto.
Facciamo cambio? di Stephanie Blake
A caccia dell’orso di Michael Rosen e Helen Oxenbury
ll Grinch di Dr. Seuss

Dai 7 ai 10 anni: questi sono i libri che Pietro ha amato di più, o meglio sono i soli che ha letto più volte perché sul piacere della lettura ci stiamo lavorando 🙂
Diario di una schiappa. Avanti tutta! di Jeff Kinney
Il trattamento ridarelli di Roddy Doyle
Wonder di R.J. Palacio

A mio figlio che ama il cinema ho comprato anche questo: Film Listography: Your Life in Movie Lists.

Per i bambini più grandi consiglio di leggere questo articolo di qualche tempo fa con tanti suggerimenti di blog o di autori per libri per ragazzi.

Ah, il libro che mia madre mi regalò era Pensieri della notte di Domenico Rea.

Buone dolci letture a tutti!

Lea Iandiorio