Il web oggi conosce e riconosce gli Haters, gli odiatori, uomini e donne che spesso dietro falsi nomi diffondono odio e aggressività con le parole. Noi vogliamo andare controcorrente e lanciamo i Lovers.

I Lovers è un gruppo di donne e uomini che diffondono “amore” e parole costruttive su libri di autori pubblicati da case editrici con piani editoriali interessanti, forti e innovativi ma che spesso hanno poca visibilità nelle sedi solite della promozione alla lettura.
I libri recensiti sono delle case editrici che stiamo intervistando e che trovate qui http://www.exlibris20.it/category/leggerenonpassamaidimoda/.

Ma attenzione: i libri vengono scelti dai singoli Lovers solo se rispondono ai loro gusti e solo se sono libri che davvero vogliono consigliare a un amico. Non vogliamo tradire assolutamente quello che siamo!

Ecco l’identikit dei Lovers:

  1. È un lettore o una lettrice forte (o che si sente tale)
  2. Scrive con personalità
  3. È una persona che ama le storie e non le mode dell’editoria
  4. Condivide con passione il proprio amore per i libri

Ogni due mesi si aggiungono nuovi Lovers perché l’obiettivo è quello di avere ogni settimana un libro da consigliare.

Se vi sentite un Lover o una Lover, scriveteci a blog@exlibris20.it


Il progetto parte con tre donne fantastiche quindi ecco le Lovers
:

Sono Anna, non sono più giovane, leggo e scrivo per sentirmi nuova sempre, una debuttante. Debutto a leggere per ogni nuovo libro aperto, dimentica di quelle Memorie dal sottosuolo di Dostoevskij intraprese a tredici anni. Il telefono stava in mezzo alla libreria; io mi sedevo su uno sgabello e aprivo un libro, lo leggevo mentre aspettavo le telefonate delle amiche. Solo che alla fine ho amato più i libri delle telefonate. Seconda classificata la musica, poi è arrivata mia figlia Nathalie a sbaragliare le classifiche. Ho smesso di viaggiare per lavoro ma ho continuato a viaggiare lo stesso, perché la mia vita è stata sempre in movimento, anche nei libri che ho scritto non riesce a fermarsi: non è mai solo qui, non è mai solo ora.

 

Mi chiamo Franca, quarant’anni, editor e docente di corsi di scrittura creativa. Ho una laurea in lingue e un diploma di master in tecniche della narrazione. Amo: la polenta concia (scoperta nel bar di un cinema torinese); Salinger; regalare porcellini di terracotta e ritratti al carboncino fatti da me medesima; la mia stanza piena di libri; la mia Nikon. A 14 anni volevo essere Virginia Woolf e anche un po’ Franny di Franny e ZooeyMi sveglio presto la mattina, porto sempre con me la mia reflex e scrivo, qualcosa, tutti i giorni, per non dimenticare come si fa. Parlo poco e leggo molto. Credo al potenziale magico che custodiscono in sé gli oggetti, alle coincidenze e sogno di incidere un disco con Mina.

 

Mi chiamo Natalia, ho 34 anni. Ho alle spalle una laurea in giurisprudenza che mi permette di mangiare, una palestra Holden che mi ha consentito di non dover andare dallo psicologo e una passione sfrenata per le penne ed i libri da quando avevo quattro anni.
Ho iniziato a leggere molto e molto in fretta per non dover aiutare la mamma a spolverare tutta casa la domenica mattina.
“Sai, lei legge”, echeggiava in corridoio. Spolverava mia sorella!
Faccio torte salate nelle cene con amici, stingo i panni anche nei lavaggi banali, adoro il formaggio, origlio chiunque e ovunque, e leggo.