Alessandra Minervini

Sono nata a Bari, dove ora vivo (dopo la laurea a Siena, la scuola di scrittura a Torino e un’infinità di nomadismi lavorativi e sentimentali). Sono una scrittrice e quindi non scrivo solo libri, ma mi occupo anche di editing, principalmente di esordienti, e di scouting letterario. Organizzo corsi di scrittura legati principalmente alla scrittura del sé. Ho scritto racconti, apparsi sulle principali riviste letterarie italiane. Overlove (LiberAria, novembre 2016) è il mio primo romanzo. Mi trovate qui www.alessandraminervini.info

Rubriche: Per una lira, Inspiring women

Angela Vecchione

Sono Angela, classe 1978. Una laurea in lingue e letterature straniere e una tesi sul ruolo della donna nel teatro di Harold Pinter mi hanno fatto innamorare, più di quanto non lo fossi già, dei dialoghi nei libri, della sceneggiatura nei film.
La scuola Holden mi ha aiutata a scarabocchiare storie con più consapevolezza, dopo aver vagato qua e là per il globo raccattando ispirazioni.
Ho iniziato a leggere in modo compulsivo da ragazza, da bambina passavo il tempo immaginando trame e intrecci.
Alle scuole medie raccoglievo i gettoni per chiamare i produttori di Cinecittà e sottoporgli i miei soggetti. Ignoro come facessi ad avere i contatti. Avevo 12 anni.

Rubriche: Mi consigli un libro?, Incontri&20, Sala lettura, Lovers

Anna Bertini

Sono Anna, non sono più giovane, leggo e scrivo per sentirmi nuova sempre, una debuttante. Debutto a leggere per ogni nuovo libro aperto, dimentica di quelle Memorie dal sottosuolo di Dostoevskij intraprese a tredici anni. Il telefono stava in mezzo alla libreria; io mi sedevo su uno sgabello e aprivo un libro, lo leggevo mentre aspettavo le telefonate delle amiche. Solo che alla fine ho amato più i libri delle telefonate. Seconda classificata la musica, poi è arrivata mia figlia Nathalie a sbaragliare le classifiche. Ho smesso di viaggiare per lavoro ma ho continuato a viaggiare lo stesso, perché la mia vita è stata sempre in movimento, anche nei libri che ho scritto non riesce a fermarsi: non è mai solo qui, non è mai solo ora.

Rubriche: Mi consigli un libro?, Incursioni, Lovers

Daniela Giambrone

Mi chiamo Daniela Giambrone. Di sangue siciliano, vivo a Torino da quando avevo tre anni. Prima abitavo a Kitwe, in Zambia, dove sono nata perché la famiglia intera (genitori e una sorella maggiore) si era trasferita lì per il lavoro di mio padre. Oggi, a 47 anni, ho deciso di buttarmi nell’avventura dell’editor/giornalista freelance, lasciandomi alle spalle i 13 anni da redattrice interna di una casa editrice torinese. Quando non scrivo per lavoro, scrivo per diletto, leggo per conoscermi meglio, corro, pratico yoga, fatico con il crossfit e sperimento ristoranti gourmet con mio marito. E se piove? Divano e serie tv sono perfetti!

Rubriche: Incursioni, Note

Giovanna Solimando

Sono Giovanna, sono nata in Basilicata e vivo a Torino dal 2006. Mi occupo di Comunicazione, progettazione e di eventi in ambito culturale.  Leggo soprattutto storie scritte da donne: ci ritrovo pezzi di ciò che sono stata, poi diventata e quello che, magari, un giorno sarò. Mi piacciono il brit-pop, nuotare in piscina ogni volta che posso e gli uomini con gli occhi scuri. Vivo con Gianluca in una vecchia casa che dà su un giardino (non nostro). Insieme a Matteo Negrin nel 2016 ho scritto Cultura e Sviluppo, indagine sulla partecipazione culturale del quartiere in cui ho messo radici, impegno e cuore: San Salvario. La famiglia – biologica, allargata, ristretta, non di sangue – è uno dei temi su cui ragiono, leggo e discuto di più. Da qualche tempo sono vicina alle istanze femministe, la militanza mi fa sentire meno sola e più forte nella ricerca del mio posto nel mondo.

Rubriche: Mi consigli un libro?, Lovers

Ilaria Amoruso

Ilaria Amoruso

Laureanda in lettere moderne, ho studiato sceneggiatura, scrittura creativa e editing. Trovo la scrittura e il cinema (tra cui mi destreggio) i mezzi più potenti per trasmettere la vita. Gestisco in compagnia “I Bookanieri”, pagina letteraria. Il mio motto è una frase tratta dall’Amleto di Shakespeare: “We know what we are but know not what we may be”, “Sappiamo chi siamo ma non sappiamo quello che potremmo essere”. 

Rubriche: Letteratura & Media

Marco Grasso

Sono un giornalista professionista: collaboro con Irpinianews e Il Mattino. Redattore di Ottopagine e de Il Denaro, ho collaborato anche con il Sole 24 Ore, il Corriere della Sera, il Mondo e Class. Ho inoltre pubblicato diversi libri su tematiche socio-economiche.

Rubriche: Catalogo Lovers

Natalia Ceravolo

Mi chiamo Natalia, ho 34 anni. Ho alle spalle una laurea in giurisprudenza che mi permette di mangiare, una palestra Holden che mi ha consentito di non dover andare dallo psicologo e una passione sfrenata per le penne ed i libri da quando avevo quattro anni.
Ho iniziato a leggere molto e molto in fretta per non dover aiutare la mamma a spolverare tutta casa la domenica mattina.
“Sai, lei legge”, echeggiava in corridoio. Spolverava mia sorella!
Faccio torte salate nelle cene con amici, stingo i panni anche nei lavaggi banali, adoro il formaggio, origlio chiunque e ovunque, e leggo.
Per Exlibris20 leggo libri, dico cosa ne penso, mi appassiono a progetti rivolti a esseri umani adulti e meno adulti che, molto spesso, mi riconsegnano vita, luce e fiducia nel futuro.

Rubriche: Mi consigli un libro?, Le giornate mondiali su Instagram, Lovers

Sabrina Rondinelli

Mi chiamo Sabrina, ho quarantasette anni (di già?), abito a Torino. La mia vita è illuminata da due grandi amori: i libri e Parigi; infatti il mio sogno è fare la scrittrice a Parigi, e sto lavorando duro per realizzarlo.
In particolare mi piace leggere e scrivere libri per bambini e ragazzi, di cui mi reputo una grande esperta, anche perché ho fatto la maestra per quasi vent’anni (diciannove per la precisione, prima del ventesimo mi sono licenziata).
Non ho ancora trovato il mio posto nel mondo. E, forse, non è poi così male, continuare a cercare.

Rubriche: Mi consigli un libro?

Simone Battig

Mi chiamo Simone, sono nato nel 1974. Scrivo e leggo da che mi ricordo di essere io. 
Se volete leggere i libri che ho scritto chiedeteli in libreria, se volete leggere le cose che scrivo da lettore innamorato di altri libri cercatele qui. 
Ho progettato negozi, campagne politiche cittadine, corsi di lettura e scrittura per bambini, viaggi, progetti culturali vari e  ristrutturazioni di case che ho visitato accuratamente ma non potevo permettermi di comprare. 
Mio figlio, i libri, il mare, le pagine bianche, i cornetti a colazione e i massaggi sono le cose fondamentali della mia vita. Non scordatevelo.

Rubriche: Mi consigli un libro?, Strabook!

Grandi lettori

Alessio Cuccu

Sardo, nato a Rovigo, mi divido tra Londra e Venezia. Un amatore che scatta foto con una vecchia Lumix e con una giovane Canon EOS; leggo libri, perlopiù saggi, che acquisto di impulso direttamente dallo scaffale delle librerie che amo frequentare; le recensioni di alcuni di questi saggi le trovate su exlibris (con qualche mia foto). 
Un ingegnere dei materiali che negli anni si è appassionato di Foresight, Design Thinking, Lateral Thinking, TRIZ, sostenibilità ambientale, LCA (Life Cycle Assessment) e di Circular Economy; in un mondo “iperspecialistico” ho scelto di rimanere iper curioso, inclusivo e coltivare quell’attitudine “multipotenziale”, “cross-culturale” che mi permette di connettere puntini in modo originale e fornire “i consigli giusti”, così come li hanno definiti amici, clienti, colleghi e persone incrociati negli anni. 
“Kind Innovation”, la gentilezza come motore di innovazione, è l’ultimo progetto personale under construction: 
– be human
– think wide open
– do smart 

Rubriche: Mi consigli un libro?

Patrizia Carrozza

Sono Patrizia. Nella vita da Clark Kent sono responsabile degli affari legali di una multinazionale. Nella vita da Superman (si fa per dire: vengo dalla Brianza, non da Krypton) coltivo sogni editoriali che sono di recente usciti dal cassetto. Vivo con un marito scrittore e due gatti: una gatta cardiopatica e monocola, Niki, e un gatto buffo e largo, Winston. Ho anche un cane – Marlene – in comodato d’uso a mia madre. Se il lavoro e i gatti me lo consentono, viaggio. Altrimenti leggo. Ovunque. Ho sempre un libro in borsa. Ho circa 300 libri in attesa di essere letti in un vecchio frigorifero che funge da libreria. Ma la cosa grave è che continuo ad acquistarne. Amo l’editoria indipendente. Adoro il rock e sì, lo confesso, ballo in auto la mattina mentre vado in ufficio. Non ho pollice verde, uccido anche le piante grasse, ma resto un’inguaribile ottimista.

Rubriche: Mi consigli un libro?, Lovers