Categoria

Classici non classici

ALBERTO MORAVIA, Morgana borghese

Alberto Moravia è stato uno scrittore, giornalista, sceneggiatore, saggista, drammaturgo, poeta, reporter di viaggio, critico cinematografico e politico italiano.

GRAZIA DELEDDA, e le sue donne salvifiche

Grazia Deledda è stata una scrittrice italiana. Seconda donna di sempre e unica italiana a oggi a vincere il Premio Nobel per la letteratura nel 1926.

UMBERTO SABA, Un monumento in quindici sonetti

Umberto Saba, pseudonimo di Umberto Poli è stato un poeta, scrittore e aforista italiano nato alla fine dell’Ottocento a Trieste.

SALVATORE QUASIMODO, I luoghi perfetti dell’infanzia

Salvatore Quasimodo è stato un poeta e traduttore italiano, esponente di rilievo dell’ermetismo.
Ha tradotto vari componimenti dell’età classica, soprattutto liriche greche, ma anche di opere teatrali di Molière e William Shakespeare. È stato vincitore del premio Nobel per la letteratura nel 1959.

GIUSEPPE UNGARETTI, Un viaggiatore contro l’oblio

Giuseppe Ungaretti è un poeta italiano. Nasce ad Alessandria d’Egitto da una famiglia lucchese, studia a Parigi, combatte sul fronte italiano la Prima Guerra Mondiale, insegna letteratura all’università brasiliana di San Paolo e trascorre a Roma gli anni della maturità.

Il primo trombettiere

Il primo trombettiere
Thomas Hardy
Curato da Alessandro Medri
Illustrato da John Collier
Robin Edizioni 2020
450 pp., € 20

VITTORIO SERENI, La frontiera, la parola e l’esperienza

Vittorio Sereni è stato un poeta, scrittore e traduttore italiano.

CAMILLO SBARBARO, Vittima di ostracismo

Camillo Sbarbaro è stato un poeta, scrittore e aforista italiano.

DINO CAMPANA, L’Orfeo del Novecento

Dino Campana è stato un poeta italiano vissuto tra la fine dell’Ottocento e inizio del Novecento.

FEDERIGO TOZZI, Impressioni di un giovane scrittore

Federigo Tozzi, scrittore italiano vissuto tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento, pubblicò in vita le prose liriche Bestie (1917), il romanzo Con gli occhi chiusi (1919) e le novelle poi riunite in Giovani e L’amore (entrambi del 1920), mentre molta parte della sua produzione venne pubblicata postuma.

PIRANDELLO, L’uomo dal fiore in bocca

L’uomo dal fiore in bocca, opera teatrale in un solo atto, è scritta da Luigi Pirandello nel 1923 e rappresentata per la prima volta a Roma il 21 febbraio 1923, al Teatro degli Indipendenti diretto da Anton Giulio Bragaglia, e successivamente pubblicata nel 1926 dall’editore Benporad Di Firenze.

ITALO SVEVO, La dimostrazione di una nevrosi

Italo Svevo, pseudonimo di Aron Hector Schmitz è stato uno scrittore e drammaturgo italiano tra la fine dell’800 e inizio del 900. Fu autore di tre romanzi, numerosi racconti brevi e opere teatrali.

PALAZZESCHI, Cronista del passato prossimo

Aldo Palazzeschi è stato uno scrittore e poeta italiano, uno dei padri delle avanguardie storiche.

Il FUTURISMO visto dal futuro

Il futurismo fu un movimento letterario, artistico e politico, fondato nel 1909 da Filippo Tommaso Marinetti.

ANTONIA POZZI, La trascrittrice di memorie corporee

Antonia Pozzi è stata una poetessa italiana.

GOZZANO, L’amico delle crisalidi

Guido Gustavo Gozzano è stato un poeta e scrittore italiano.
Il suo nome è spesso associato alla corrente letteraria post-decadente del crepuscolarismo.

D’ANNUNZIO, Notturno

Gabriele D’Annunzio fu scrittore, poeta, drammaturgo, militare, politico, giornalista e patriota italiano, simbolo del decadentismo e celebre figura della prima guerra mondiale.

PASCOLI, La musica e i sogni

Giovanni Pascoli fu poeta di grande successo, professore universitario, autore di saggi e critico letterario.

’900 italiano

Presentazione

Enrico Bormida e Andrea Borio sono i curatori del progetto ‘900 italiano: brevi momenti intimi con opere del Novecento italiano

Esercizi di libertà

Delle opere di José Saramago, Premio Nobel per la Letteratura 1998, una in particolare è difficile a definirsi, per genere e contenuto: il Manuale di pittura e calligrafia (Bompiani, 1998; Feltrinelli, 2010), scritto e pubblicato in Portogallo nel 1973.

Sei Personaggi in cerca d’autore

Sei personaggi in cerca d’autore è il dramma più famoso di Luigi Pirandello. Esso fu rappresentato per la prima volta il 9 maggio 1921 al Teatro Valle di Roma, È considerata la prima opera della trilogia del teatro nel teatro, comprendente Questa sera si recita a soggetto e Ciascuno a suo modo.

Il sublime dell’ordinario

Adalbert Stifter è stato uno scrittore, pedagogo e pittore austriaco; uno dei maggiori narratori del realismo poetico. Studiò all’Università di Vienna, svolse il ruolo di precettore in case di nobili (tra cui il principe di Metternich) e condusse una vita modesta come ispettore scolastico. Il 28 gennaio 1868 muore suicida a Linz. Tra le sue opere maggiori Pietre colorate, tradotto in italiano da Paola Capriolo per Marsilio editore.

Céline, lo scandalo e l’abisso

Viaggio al termine della notte, un omaggio

Cemento

Cemento di Thomas Bernhard:“autoritratto dello scrittore come un uomo che invecchia”, dopo i primi scritti e la notevole produzione di testi teatrali.

Il Tao della fisica

Forse molti di voi si sentono attratti da quello che oggi ci arriva dall’Oriente, forse qualcuno di voi sta considerando l’idea di addentrarsi un po’ nel reticolo filosofico e religioso rappresentato da parole come Buddismo, Zen, Taoismo, Induismo… Forse pochi… Continua a leggere →

L’apocalisse di un misantropo

Scritto nello stesso anno del suicidio di Morselli, Dissipatio H.G. è un “testamento” spirituale, ma anche un intenso atto d’accusa contro una società che l’ha messo ai margini, contro la deriva consumistica e le catastrofi causate dall’uomo e, soprattutto, contro… Continua a leggere →

Marie Dubois

Audiberti chi era costui? si potrebbe chiedere di fronte al romanzo Marie Dubois, apparso in Francia nel 1952 ma tradotto in italiano solo nel 1999. Difficile dirlo. Nato ad Antibes nel 1899, morto a Parigi nel 1965, autore di una… Continua a leggere →

L’urlo e il furore: una scatola piena di stelle

L’urlo e il furore (titolo originale The Sound and the Fury) è il quarto romanzo dello scrittore statunitense William Faulkner. L’opera fu pubblicata nel 1929.

Un commedia frivola per persone serie

L’importanza di chiamarsi Ernesto di Oscar Wilde fu rappresentata per la prima volta nel 1895. Durante la prima, si verificò quell’infamante caso di giustizia dove fu accusato di condotta indecente con gli uomini e imprigionato per più di due anni…. Continua a leggere →

Le colline una barriera attorno

Cosa si conosceva fino a oggi delle tre fate/streghe della brughiera inglese – Charlotte, Emily e Anne Brontë – a parte le loro opere di fiction, le poesie e i romanzi e i miti attorno a esse costruiti da critici… Continua a leggere →

© 2021 exlibris20

Torna su ↑