exlibris20

just twenty years ago

Categoria

Letture

Atlante delle esploratrici

In seguito all’enorme successo del libro Storie della buonanotte per bambine ribelli di Elena Favilli e Francesca Cavallo, che ha venduto milioni di copie in tutto il mondo – è stato tradotto in 47 lingue –, le case editrici hanno… Continua a leggere →

Celtico e postmoderno

Mi precipito, con piacere, a rileggere il romanzo At Swim-Two-Birds (Una Pinta d’Inchiostro Irlandese, Adelphi, 1993, tr. J.R. Wilcock) non appena apprendo della sua rappresentazione al Peacock Theatre di Dublino. Mi chiedo come quella che è a mio parere la… Continua a leggere →

A Venezia

Nel 1999 l’allora redazione di exlibris portò un gruppo di studenti del Liceo Classico Pietro Colletta di Avellino a Venezia alla manifestazione Fondamenta, ideata e diretta dallo scrittore Daniele Del Giudice. Questa è una testimonianza di quella giornata. Abbiamo partecipato… Continua a leggere →

Testamento tra le note

Donna al Piano di Bernard MacLaverty è apparentemente un romanzo semplice con una trama semplice. La storia è basata sulla figura di Catherine McKenna e in particolare sulla sua crescita artistica, attraverso eventi della sua difficile e spesso traumatica vita… Continua a leggere →

La signora delle voci

«So che la gente non mi crede quando ne parlo, ma io sento davvero delle voci nella mia testa, voci che dicono, devi badare al mio dolore», dice Jennifer Johnston, nata a Dublino nel 1930, figlia del drammaturgo Denis Johnston… Continua a leggere →

Il Piccolo Principe: una favola per adulti

Il Piccolo Principe è un racconto di Antoine de Saint-Exupéry pubblicato il 6 aprile 1943 a New York da Reynal & Hitchcock nella traduzione inglese (The Little Prince, tradotto dal francese da Katherine Woods) e qualche giorno dopo sempre da Reynal & Hitchcock nell’originale francese. Nel 2015 il regista Mark Osborne dirige la pellicola animata Le petit prince.
(Ilaria Amoruso)

Un luogo familiare

«In un contesto irlandese, mi piacerebbe pensare che la gente che legge i miei libri vede la propria area, non necessariamente in senso geografico, ma un luogo familiare, per la prima volta tra le pagine di un libro», ha così… Continua a leggere →

Tra tirannia cattolica ed esilio

Quarant’anni fa l’Irlanda era, come osserva la protagonista e voce narrante Caithleen in La ragazza dagli occhi verdi, un paese caratterizzato da un’ignoranza retrograda e da un’inciviltà religiosa. Come l’autrice del romanzo, Edna O’Brien, Caithleen è cresciuta in un’Irlanda dove… Continua a leggere →

Il paradiso (di ceramica) del lettore

Poniamo il caso che volessimo, per allontanare il continuo stordimento procuratoci da un’enormità di libri bislacchi iperbolicamente vantati e garantiti in seconda, terza o quarta di copertina procurarci una volta tanto un libro semplicemente sano, in cui si racconti una… Continua a leggere →

Un commedia frivola per persone serie

L’importanza di chiamarsi Ernesto di Oscar Wilde fu rappresentata per la prima volta nel 1895. Durante la prima, si verificò quell’infamante caso di giustizia dove fu accusato di condotta indecente con gli uomini e imprigionato per più di due anni…. Continua a leggere →

Le donne del profeta

È questo uno studio analitico sulla condizione della donna nei Paesi Arabi all’alba del 2000 e sul suo ruolo nella società visto attraverso gli occhi di una diretta interessata, Fatima Mernissi, sociologa marocchina, che sorprendentemente in questa realtà è riuscita… Continua a leggere →

L’anno in cui imparai a leggere

Ci sono caratteristiche che determinano certe personalità. Io per esempio ho poca pazienza, che nella sua accezione positiva indica la mia voglia costante di fare dire amare e baciare proprio nel momento preciso in cui mi viene in testa, senza… Continua a leggere →

Il potere generativo delle storie

L’istinto di narrare. Come le storie ci hanno reso umani
Jonathan Gottschall
Traduzione Giuliana Olivero
Bollati Boringhieri 2018
249 pp., € 13

Ricostruzione nell’attimo del respiro

Ricostruzione /nell’attimo del respiro /della dissacrante /epidermica /di un osservatore /abbastanza bravo /a camminare /o /del dolore dell’acqua /nella decoerenza /di una storia Assume quasi l’identità poetica di un verso il titolo del nuovo romanzo di Simone Battig, edito da… Continua a leggere →

La riga incompiuta

Hai mai pensato a quale sarà l’ultima cosa che farai? Legarti accuratamente le scarpe, lasciare un biglietto per il corriere di Amazon o partecipare ad una festa, l’ultima, sapendo che non ci sarà più tempo per farne un’altra. Per alcuni… Continua a leggere →

Giù nel cyberspazio

«Clonarono un metro quadrato di pelle, facendola crescere su lastre di collagene e polisaccaridi di cartilagine di squalo». Questa frase, nella prima pagina del libro, ci proietta nel mondo supertecnologico, schiavo del sistema televisivo e della droga, scenario di questa… Continua a leggere →

Il signore del tempo

Si chiama Arturo, ma tutti lo conoscono come il Grande e chissà, forse è davvero alto, robusto, mani grandi ma agili, sguardo misterioso ed enigmatico. Quando passa tutti abbassano gli occhi: è lui le Maître des heures, con il difficile… Continua a leggere →

Inventare la solitudine

«Un giorno c’è la vita poi d’improvviso capita la morte». Nemmeno te ne accorgi e lei è lì, ti porta via le persone a cui vuoi bene, che nel tuo quotidiano sono diventate per te quasi eterne. All’improvviso riguardando indietro,… Continua a leggere →

Da dentro il tuo corpo ti scrivo

Ho comprato Che tu sia per me il coltello quasi in stato di trance, e forse non avevo nemmeno finito di leggerla, la recensione folgorante di Paolo Mauri su La Repubblica del 27 marzo scorso (1999, ndr). Si aggiunga il… Continua a leggere →

Retrofuturo

L’ultima metà degli anni ’90 ha visto un fiorire di antologie italiane di fantascienza, ne sono uscite a tutti i livelli spesso supportate da editori non di genere. Il livello medio di queste antologie era spesso medio alto, e non… Continua a leggere →

Faccia di sale

Per rinascere bisogna morire al mondo e a se stessi. Ed è proprio questo il destino che spetta a Luigi Derigo, proprietario di saline e uomo senza grandi passioni né dolori, abituato a vivere in una sorta di distrazione, fino… Continua a leggere →

La Catalogna, un caso politico

I giorni della Catalogna
Bojan Brezigar
Curatore: L. Castegnaro, D. Jovan
Qudulibri 2018
240 pp., € 15

Cuori di carta

Cuori di carta di Elisa Puricelli Guerra è la storia di due ragazzi che vivono le emozioni delle prime attrazioni in un mondo fatto di misteri.
(Silvia Ramella Pezza)

The leadership lab

The Leadership Lab di Chris Lewis e Pippa Malmgren è un saggio – in lingua inglese – che si prefigge di aiutare i leader di oggi nel considerare e gestire al meglio i rapidi e continui cambiamenti in corso.
Alessio Cuccu

Tradurre Philip Dick

«The West Marin Water Company repairman kicked among the rocks and leaves, finding the pipe and the break in it»: è questo l’incipit di The Man Whose Teeth Were All Exactly Alike, il romanzo di Philip Dick che ho appena… Continua a leggere →

Marconi, se ben mi ricordo

Prima dell’arrivo della radio, non esistevano o esistevano limitatamente mezzi di diffusione che potessero assolvere a scopi di formazione popolare. È vero godeva di buona salute il libro, la stampa, le conferenze, ma erano forme di comunicazione che si avvalevano… Continua a leggere →

Ciclo violento

Succede. Succede – ed è un peccato – che l’uscita di un libro notevole passi quasi totalmente inosservata. Succede soprattutto in un paese come l’Italia, dove si pubblicano troppi libri e ci sono troppo pochi lettori, e ancora di più… Continua a leggere →

Il male naturale

«Da dove vengono le storie? Di cosa si deve scrivere? Dove si trova il materiale narrativo? Come si comincia? E: perché agli scrittori vengono fatte così spesso queste domande?» Se Hanif Kureishi, prendendo spunto dal suo Riflessioni sulla scrittura (Bompiani)… Continua a leggere →

La clandestina

Il titolo è da romanzo rosa e la postilla fra parentesi non lascia dubbi. Ci ero quasi cascata… Non starò davvero pensando che il Gustafsson di Morte di un apicultore e Il pomeriggio di un piastrellista, di La vera storia… Continua a leggere →

Parole mate di Marco Paolini

Dopo il successo di pubblico e di critica con Il Racconto del Vajont, dopo il reportage su Venezia con Il Milione, Quaderno Veneziano, l’attore, autore, regista Marco Paolini, nato a Belluno nel 1956, conferma il talento, ma anche la scelta… Continua a leggere →

© 2020 exlibris20

Torna su ↑