exlibris20

just twenty years ago

Sticky post

Iscriviti alla nostra newsletter: spunti, informazioni, idee e sorprese. Ogni trenta giorni.

Sticky post

L’ultima nota di Francesco Gavatorta propone alcune riflessioni sul digitale partendo dalla lettura di “The game” di Alessandro Baricco  

I 20+1 migliori libri della letteratura italiana contemporanea

Sticky post

Scrivi le tue liste dei 20+1 migliori libri italiani (10 dal 1946 al 1999, 1 bonus e 10 dal 2000 al 2018) nei commenti al post.

Il progetto Lovers

Sticky post
Catalogo delle case editrici indipendenti

Ultimo aggiornamento: dicembre 2018

Donne che comprano fiori

Donne che comprano fiori
Vanessa Montfort
Traduzione: E. Budetta
Feltrinelli 2018
371 pp., €9,90

Andrea Miconi presenta Pier Paolo Pasolini

La prima domanda è quasi scontata: perché Pasolini, perché l’ennesimo saggio su un autore così studiato? Il mio interesse per Pasolini inizia dove terminano tutte le discussioni che lo riguardano. Oppure, in altri termini, inizia dall’intensità di queste discussioni: non… Continua a leggere →

Fuga nella luce

Anche i geologi hanno un’anima e, se vogliono, una coscienza. È un titolo da far girare l’ultimo libro (nel 1998, ndr) di Tim Parks, Shear, malamente tradotto in Fuga nella luce. Sì avete letto bene: shear, ovvero taglio, come un… Continua a leggere →

Il cappotto di astrakan

Il cappotto di astrakan
Piero Chiara
Mondadori 1999
208 pp., € 9,50

Top 21 Italia: tutti i libri selezionati dai lettori

L’elenco di tutti i libri citati nelle liste arrivate dai lettori dei 21 migliori libri della letteratura italiana contemporanea.

Quel profondo scrutare nel buio

Un’analisi sullo stato attuale del genere noir per addetti ai lavori e per i lettori a cura di Piergiorgio Pulixi

Anna Maria Ortese: una donna piena di grazia

Inspiring women (4): Anna Maria Ortese
di Alessandra Minervini

L’amore prima della fine del mondo

L’ amore prima della fine del mondo
Jacopo Masini
Epika Edizioni, 2018
186 pp., € 16,50

L’ospite: Marosia Castaldi

Era un’estate caldissima, come spesso a Napoli. Forse ero da un’amica. Forse qualcuno mi telefonò. So che dalla casa in cui ero mi ritrovai in un’altra casa dalle cui scale era stato trasportato il corpo esanime di mio fratello. O… Continua a leggere →

La torre

L’espressione più alta della vasta produzione poetica di William Butler Yeats è rappresentata dalla raccolta The Tower (1928) che, assieme a The Winding Stair and Other Poems (1933) e Last Poems (1936-39), rivela l’autentica grandezza del poeta. Il percorso ha… Continua a leggere →

Sulla torre antica

– Il suo nome prego. – Leopardi. Giacomo Leopardi. – Bene Sig. Leopardi, Lei ha letto Sulla torre antica di Mario Giorgi? – Sì, ho avuto il piacere. – Sbaglio o il suo tono è ironico? – No perché? Mai… Continua a leggere →

Rintocchi di immaginazione

Un’aura magica ammanta la vecchia Albione nei mesi invernali. Il vento sibilante tra i rami di maestosi sycamores, il cielo plumbeo, l’aria misteriosa. Perfino il tempo sembra dimenticare la sua corsa irrefrenabile per godersi questo spettacolo incantato. Charles Dickens subisce… Continua a leggere →

Andando e stando

Questo non è un libro di poesie, ma la poesia non si fa pregare e vi emerge lo stesso. La incontriamo subito, la poesia. Trasuda dolcemente dal tenue velo in cui si addensa la prosa dell’autrice: «… Troppe notti sono… Continua a leggere →

L’incanto del lotto 49

Un liquore alle dalie è un gioco da bambini è un ideogramma giapponese è una tragedia del seicento, forse. E forse chi scriverà è diventato paranoico almeno quanto uno dei personaggi del libro che sta tentando di spiegare. Il dedalo… Continua a leggere →

Cavalli selvaggi

«Quando soffiava il vento da nord si sentivano gli indiani, i cavalli, il fiato dei cavalli, gli zoccoli foderati di cuoio, il tintinnio delle lance e il perpetuo frusciare dei travois trascinati sulla sabbia come enormi serpenti, i ragazzi nudi… Continua a leggere →

Un sorriso leggero

Se di me non avessi memoria, degli altri e del mondo, potrei vedere il mio viso scomparire ingigantito o perso, la pelle impallidire per poco sangue o troppo ormai pesante; guardare indifferente la discesa dei muscoli, la carne che si… Continua a leggere →

Quando il gioco comincia

Nota n. 11
Quattro piccole ragioni per pensare che The Game di Alessandro Baricco sia un libro da leggere
(Francesco Gavatorta)

7. Per una lira

Lezione n. 7
Il protagonista

L’esilio dei moscerini danzanti giapponesi

L’esilio dei moscerini danzanti giapponesi
Marino Magliani
Exòrma edizioni 2017
173 pp., € 14,50

Ma tu divertiti

Ma tu divertiti
Mari Accardi
Terre di Mezzo 2018
130 pp., € 12

« Meno recenti

© 2019 exlibris20

Up ↑