exlibris20

just twenty years ago

Categoria

Letteratura & media

Diario di un giurato

Essere membro di una giuria di un festival cinematografico non è un lavoro facile. Sono tante le regole implicite o esplicite che bisogna rispettare; in primis, devi vedere tutti i film in concorso. Ma non basta, è indispensabile anche guardarli… Continua a leggere →

Luci e ombre

«E anche il tempo va avanti finché si scorge una linea d’ombra che ci avverte che la regione della prima giovinezza, anch’essa, la dobbiamo lasciare indietro». Dentro questa folgorante immagine conradiana c’e la sensazione del dolore liberatorio che si prova… Continua a leggere →

Tuvalu. Intervista a Veit Helmer

Tuvalu è il film, del regista Veit Helmer, che ha vinto la rassegna dedicata al Lungometraggio, «Visioni di Passaggio» al Festival Linea D’Ombra di Salerno nel 2000.

Serial killer

Serial Killer di Marco Palladini è la storia di un’intervista, un’intervista particolare, lo scontro ideologico tra un serial killer, un assassino seriale, che risponde al nome stravagante di Rosas e l’interrogante, il visitatore, il giornalista, il sociologo, lo psicologo solo alla fine il fidanzato di una delle vittime.

Sei Personaggi in cerca d’autore

Sei personaggi in cerca d’autore è il dramma più famoso di Luigi Pirandello. Esso fu rappresentato per la prima volta il 9 maggio 1921 al Teatro Valle di Roma, È considerata la prima opera della trilogia del teatro nel teatro, comprendente Questa sera si recita a soggetto e Ciascuno a suo modo.

Credi che nel buio ci si forma. Intervista agli Scisma

Gli Scisma sono un gruppo indie rock italiano degli anni novanta. Le due voci principali sono Paolo Benvegnù e Sara Mazo, che sposano frequentemente all’interno dei loro brani sia l’inglese che l’italiano.
(Intervista a cura di Giorgio Ferrero e Cecilia Fresia)

La gabbianella e il gatto: l’amore tra diversi.

Scritto e pubblicato nel 1996, Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare di Luis Sepúlveda, non è una semplice fiaba, ma un romanzo sulla diversità, sull’affetto profondo che lega due persone che si amano, sull’andare oltre i confini della realtà.
In Italia nel ’98 viene prodotto il film La gabbianella e il gatto con la regia di Enzo D’Alò e la sceneggiatura di Umberto Marino.
(Ilaria Amoruso)

Steins; Gate e le sue infinite possibilità

Steins; Gate è una visual novel giapponese sviluppata da 5pb. e Nitroplus e pubblicata per Xbox 360 il 15 ottobre 2009
(Ilaria Amoruso)

Il tempo di prima

Un paio di mesi fa (nel 1999, ndr) Abraham B. Yehoshua ha tenuto a Torino un ciclo di tre lezioni sul racconto breve. «La storia è importante, Aristotele: senza storia non c’è tragedia. La fine non è soltanto ciò che… Continua a leggere →

La bella regina di Leenane

Opera d’esordio di un giovane commediografo irlandese scritta nel 1995 a soli venticinque anni, (pare in otto giorni) La bella regina di Leenane, – la prima di una trilogia – ha ottenuto un gran successo di critica e di pubblico… Continua a leggere →

Intervista ai Perturbazione

Intervista al gruppo dei Perturbazione a cura di Barbara Basso

L’Irlanda degli U2

Sviluppatosi da una tesi di laurea in lingue e letterature moderne, L’Irlanda degli U2 (Arcana 1998, pp. 216, L. 28.000, nel 1999 ndr) è uno scorrevole trattato fedele al suo sottotitolo, ovvero «Musica, Letteratura e Radici Culturali». Non si tratta… Continua a leggere →

The Minis, la band dei giovani

Intervista a The Minis, giovane band torinese. A cura di Ilaria Senatore

Jane Eyre: la forza dell’indipendenza

Jane Eyre ha ispirato numerosi versioni cinematografiche sin dal 1910. Le più importanti sono sicuramente quella a cura di Franco Zeffirelli del 1996 e la più recente di Cary Fukunaga con Michael Fassbender e Mia Wasikowska.
Ilaria Amoruso

Non ti muovere: l’amore che resiste anche contro il tempo.

Non ti muovere vinse il Premio Strega nel 2002, un grande romanzo in cui ci si tuffa e si affonda inesorabilmente, tutto d’un fiato. Il film diretto da Sergio Castellitto merita allo stesso modo.
Ilaria Amoruso

Harry Potter: il mago che ha conquistato intere generazioni

Harry Potter è e rimane un fenomeno mondiale perché è scritto per farsi condividere e amare dal pubblico. La storia è geniale, così come lo sono i diversi dettagli e stratagemmi del mondo magico. Il linguaggio cresce con la crescita del protagonista.
(Ilaria Amoruso)

Vincent Van Gogh: il narratore dell’interiorità

Nel 2018 Julian Schnabel porta sui grandi schermi “Van Gogh, Sulla soglia dell’eternità” aprendoci le porte, grazie alla performance straordinaria di Willem Dafoe, all’universo di Vincent, alla sua interiorità, alla sua lotta tra la malattia e la società.
(Ilaria Amoruso)

Seta: la potenza di un amore lieve

Seta è un breve e potente romanzo di Alessandro Baricco pubblicato nel 1996 e diventato film nel 2007 per la regia di François Girard con Michael Pitt nel ruolo di Hervé e Keira Knightley nel ruolo di Hélène.
(Ilaria Amoruso)

Lolita: capolavoro e scandalo

Due pellicole sono state tratte da “Lolita”, il romanzo capolavoro di Vladimir Nabokov, una è di Stanley Kubrick del 1962, l’altra appunto di Adrian Lyne del 1997.
(Ilaria Amoruso)

Sostiene Pereira: da romanzo civile a capolavoro cinematografico

Sostiene Pereira è un libro di Antonio Tabucchi e un film di Roberto Faenza. Ma soprattutto è la storia di un giornalista letterario bloccato nel passato che grazie a Monteiro Rossi, un ragazzo innamorato della vita e della libertà, riuscirà a ritrovare se stesso, a rinascere in un nuovo Io pronto a difendere ciò in cui crede e la sua esistenza.
(Ilaria Amoruso)

Orgoglio e Pregiudizio: la parabola del vero amore

Orgoglio e pregiudizio è uno dei più celebri romanzi della scrittrice inglese Jane Austen, pubblicato il 28 gennaio 1813. Nel 2005 il regista Joe Wright ne fa una versione cinematografica molto fedele al libro con l’attrice inglese Keira Knightely.
(Ilaria Amoruso)

Fight Club: il Manifesto dell’anticonsumismo

Fight Club: Chuck Palahniuk esordì nel 1996 con un romanzo disilluso e profetico, specchio del suo tempo. Nel 1999 David Fincher ne trasse il film omonimo diventato una pellicola di culto.
(llaria Amoruso)

Le Antigoni

L’Antigone è un testo straordinariamente travolgente, emozionante, indiscutibilmente unico nel suo genere; prodotto della genialità di uno dei più grandi artisti della storia: Sofocle. Considerata tra le più celebri e rappresentative produzioni del mondo greco classico, irripetibile, ha ispirato innumerevoli… Continua a leggere →

Amedeo o come sbarazzarsene

Tra le commedie minori di Ionesco e tra le meno rappresentate, sicuramente Amedeo o come sbarazzarsene ha un posto d’onore. La storia in fondo è semplice, scritta nel 1953 e portata in scena per la prima volta a Parigi al… Continua a leggere →

Cosa resterà degli anni Ottanta: Michele Monina

Ho cominciato a pensare seriamente al fatto di diventare un deejay dopo aver visto Talk Radio di Oliver Stone. Chiamatemi romantico, ma morivo dall’idea di scuotere la sonnacchiosa vita notturna (e come dovrebbe essere una vita notturna se non sonnacchiosa?… Continua a leggere →

Le notti bianche: da Dostoevskij a Visconti

Le notti bianche è un racconto di Fëdor Dostoevskij pubblicato nel 1848. Ha ispirato il film omonimo del 1957 con la regia di Luchino Visconti e Marcello Mastroianni come attore protagonista.

Letteratura&Media > Ilaria Amoruso

Stanley Kubrick o della macchina da presa

L’artefice maggiore del mistero di Kubrick è stato Kubrick: l’uomo trincerato dentro una villa dell’ amatissimo Settecento, l’uomo assente dalla compattezza delle sue opere. La sua immagine si è perpetuata negli anni con l’ausilio di scarse e ultimamente rubate fotografie,… Continua a leggere →

Se telefonando

Se telefonando è un programma nato solo quest’anno (1999, ndr) ma che ha indubbiamente origini illustri. Ha infatti preso il posto e la funzione dell’ormai storico «Chiamate Roma 3131 » andato in onda per oltre un ventennio. L’orario di messa… Continua a leggere →

Un sogno

Ho scoperto la radio per amore. Così, semplicemente: da bambina ricordo di aver avuto una radiolina, una di quelle che usano i nonni per ascoltare le partite di calcio. La mettevo sotto il guanciale e mi addormentavo sentendo radiotelenovelas che… Continua a leggere →

Giudizi universali

A volte un incipit dice tutto. «Troppo cerebrale per capire che si può star bene senza complicare il pane / ci si spalma sopra un bel giretto di parole vuote ma doppiate / Mangiati le bolle di sapone intorno al… Continua a leggere →

© 2020 exlibris20

Torna su ↑